Letture

“Don Giovanni in Sicilia” di Vitaliano Brancati

Il romanzo, scritto da Vitaliano Brancati e pubblicato nel 1941, cioè nel mezzo del secondo conflitto mondiale, è decisamente originale e insolito.

L’ho trovato sarcastico ed anche intimistico, nel raccontare le vicende del protagonista Giovanni Percolla, giovane catanese benestante con una vita quotidiana segnata dal ripetersi infinito di rituali quali l’alzarsi molto tardi per andare al lavoro, il riposino pomeridiano, gli sguardi e gli ammiccamenti rivolti alle ragazze.

Dopo il fidanzamento ed il matrimonio, il trasferimento a Milano cambia completamente i ritmi di vita e le consuetudini del borghese siciliano, che pare adattarsi alle nuove abitudini del Nord.

Ma il ritorno in Sicilia, per una breve visita, lo riavvicina alle vecchie care abitudini, dalle quali probabilmente non si staccherà più.

E’ un testo adatto per entrare nei pensieri e nei comportamenti dell’ italiano medio benestante di quell’epoca; perfetto quindi per un lungo fine settimana piovoso!

“1984” di George Orwell

Ho terminato la lettura del romanzo intitolato “1984” di George Orwell.

Agghiacciante!

E’ questa la sensazione che riassume, in un solo termine, gli stati d’animo che durante la lettura del famoso romanzo di Orwell mi sono succeduti.

Il Grande Fratello, la Psicopolizia, il bipensiero rappresenteranno d’ora in poi una terminologia che mi farà certamente rabbrividire, nel ricordare questa lettura appena terminata.

Dimenticavo: ho ripreso l’utilizzo del mio Kindle. Come ho potuto non utilizzarlo addirittura per mesi?